Video. Luca Abete: “Ecco chi sversa rifiuti in strada!”. E loro rispondono…

rifiuti

Napoli, strada cittadina trasformata in una discarica abusiva a cielo aperto. E’ solo l’ennesimo schiaffo alla nostra terra! Luca Abete si è recato sul posto per documentare la situazione denunciata da alcuni cittadini.

Una strada lunga e totalmente ricoperta da rifiuti, costituiti non solo da sacchetti, ma da mobili, pannelli per coperture, sedie, paraurti di autovetture e materiali altamente combustibili, come tapparelle di plastica e pneumatici, per non parlare di pezzi di autovetture.

Più in là una feritoia per far scorrere le acque piovane e raccoglierle in un canale che corre lungo la carreggiata. Ma cosa c’è dentro? Un canale fatto di pneumatici, materiale plastico, materassi e cumuli di rifiuti. “Alle 7 del mattino, – racconta un automobilista – chi deve buttare la spazzatura viene qui e lo fa al volo! Senza contare poi le ditte che fanno lavori abusivi e che vengono a scaricare qui. L’aria diventa irrespirabile, soprattutto d’estate, quando inizieranno con gli incendi dolosi“.

I trasgressori vanno puniti! – afferma un altro passante –Se vengono colti sul fatto vanno portati in carcere, perché è un reato gravissimo per il paese!“. Ad un certo punto l’inviato di Striscia la Notizia, nota un’auto sospetta, dalla quale vede scaricare sacchi e rifiuti di vario genere e si avvicina. L’uomo asserisce di aver chiamato il camion dei rifiuti che l’indomani dovrebbe passare a raccogliere i sacchi da loro gettati. Abete non si scoraggia e ‘ordina’ loro di riprenderseli che “borbottando” decidono di caricarseli di nuovo in auto: “Si riprendi questi rifiuti e non vada a buttarli in posti sbagliati!“. L’uomo risponde in una lingua incomprensibile qualcosa che ha tutta l’aria di essere un insulto.

Una strada diventata impraticabile perché interamente occupata dai cumuli di rifiuti. Come ha commentato Luca Abete sulla sua pagina Facebook, la vera rovina di Napoli è gente come quest’uomo che non solo non ama la nostra terra ma neanche la rispetta. Ma il fenomeno “Terra dei Fuochi” va oltre questi personaggi, non è giusto dire che la colpa non è dei politici o della camorra perché un disastro ambientale dalle proporzioni così enormi non può essere causato solo dai rifiuti sversati da comuni cittadini, che non possiedono né scarti nucleari né rifiuti speciali. Possiamo piuttosto dire che gente come il protagonista del video si culla sull’incuria e sull’inadempienza delle istituzioni.

Ecco il video

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più