Attenti alle richieste di amicizia su Facebook! Arriva una nuova truffa

truffa

Negli ultimi tempi le truffe informatiche sono moltiplicate in maniera inverosimile e molte vengono dai social network, diventati ormai il mezzo di comunicazione più diffuso su internet.

Dopo la truffa a luci rosse, che vedeva i malcapitati che avevano accettato il contatto di belle ragazze, vittime di estorsioni di grandi somme di denaro, ne è stata escogitata un’altra. Rubavano dati personali da profili Facebook per clonare carte di credito, scoperti dai poliziotti del Commissariato di Frattamaggiore sono stati denunciati ed arrestati. A riferirlo è Retenews24.it.

La maggior parte degli utenti Facebook, o quasi tutti, imposta le opzioni sulla privacy in modo da rendere visibile il proprio profilo solo agli amici. Quale modo migliore per gli hacker di “adescare” le vittime con richieste di amicizia false? Molti accettano richieste di amicizia da persone sconosciute, con cui non hanno nemmeno un amico in comune, consegnando nelle mani dei malintenzionati molti dati personali.

Questo è successo agli ignari malcapitati a cui due uomini, di 39 e 54 anni, hanno estrapolato importanti informazioni possibili accedendo proprio tramite i loro profili Facebook. Lo facevano in un garage, con un computer portatile, varie schede telefoniche e una chiavetta per la connessione a Internet. Così il 39enne dipendente delle Poste di Milano e il suo complice, entrambi residenti a Napoli, accedevano ai più noti social network, raccogliendo tutte le informazioni che gli servivano, facendogli intestare delle carte di credito e usandole per fare acquisti.

Le vittime erano tutte persone residenti a Napoli, Roma e Milano.

Potrebbe anche interessarti