Villa Rufolo. Riaperta la Torre Maggiore: tante novità e progetti

villa rufolo

La Torre Maggiore di Villa Rufolo è stata finalmente restituita alla città di Ravello dopo 8 lunghi secoli. Come ha annunciato il Corriere del Mezzogiorno, grazie ai lavori di ristrutturazione la possente struttura medievale è stata resa di nuovo agibile ed accessibile ed è stata inoltre dotata di una scala in acciaio e vetro, ispirata a quella “impossibile” di Escher, che condurrà i visitatori alla sommità della torre: sarà proprio in quel punto strategico che si potrà ammirare un panorama unico che affaccia sul centro storico di Ravello e sulla costiera amalfitana.

La Torre Maggiore non solo sarà aperta a cittadini e turisti ma diventerà ben presto il museo verticale della meravigliosa Villa Rufolo dove al suo interno saranno riportati alla luce attraverso reperti, immagini, arte e musica mille anni di storia.

Durante il taglio del nastro, che non è stato immune da dissapori politici, il direttore di Villa Rufolo ha dichiarato: “Questa torre si appresta, dopo aver rappresentato il potere dei Rufolo, a diventare il simbolo di come un bene culturale possa produrre economia e diventare volano economico”.

Saranno proprio gli ampi spazi della villa ad ospitare anche quest’anno la 63esima edizione del prestigioso “Ravello Festival” che si terrà dal 20 giugno al 5 settembre.

Potrebbe anche interessarti