L’Aeroporto di Napoli, primo in Europa ad aderire al piano “Aerei puntuali e meno consumi”

aeroporto-capodichino-napoli

L’aeroporto di Napoli e l’Enav, la società che gestisce il traffico aereo, hanno firmato nei giorni scorsi l’A-CDM (Airport Collaborative Decision Making).

Il Gesac, società che gestisce l’aeroporto di Napoli, è stato il primo, in Europa, ad aderire volontariamente all’innovativo piano di gestione del traffico aereo.

Si tratta un memorandum che, a quanto pare, porterà molti benefici in termini di puntualità ed efficienza del traffico aeroportuale, l’ottimizzazione dei processi legati all’utilizzo delle infrastrutture e delle risorse aeroportuali, oltre ad una sostanziosa riduzione del consumo di carburante con un minore impatto ambientale.

L’ A-CDM è, infatti, una piattaforma che trasmette in tempo reale i dati sullo stato dei voli in partenza, al Network Management Operations Centre di Eurocontrol, dati che vengono poi smistati da Eurocontrol ad altri aeroporti, migliorando di conseguenza anche le operazioni di assistenza.

Si prevede la completa attuazione del piano entro il 2016. Tale memorandum dovrà essere esteso man mano a tutti gli aeroporti della comunità europea. 

Potrebbe anche interessarti