Scavi di Pompei a “numero chiuso”. Spunta la data del provvedimento

Scavi Pompei

Partirà dal 7 giugno prossimo il provvedimento che renderà “a numero chiuso” la visita agli scavi di Pompei.

15 mila visitatori all’interno del sito, non oltre. Una richiesta effettuata dal Soprintendente Osanna ed accolta subito dal ministro per i beni culturali Dario Franceschini. La decisione è stata presa con lo scopo di preservare l’immenso patrimonio artistico presente presso gli scavi di Pompei dopo i numerosi atti vandalici avvenuti e dopo il flusso record di turisti dello scorso 3 maggio, giornata in cui nello stesso sito archeologico erano presenti oltre 35 mila visitatori. Una situazione alquanto insostenibile, quindi, complice anche una sorveglianza disorganizzata.

Ed è proprio per questo che, oltre al provvedimento del numero limitato di visitatori,  vi sarà anche una maggiore sorveglianza dei siti, soprattutto nella prima domenica di ogni mese in quanto, ricordiamo, l’ingresso agli scavi in questa giornata è totalmente gratuito.

Chi resta fuori dagli scavi dovrà semplicemente avere un po’ di pazienza ed aspettare che i visitatori del turno precedente escano dagli scavi.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più