Sequestrate 10 tonnellate di cozze altamente pericolose per la salute

Cozze

Nelle ultime ore i Carabinieri del Nucleo Navale, in collaborazione con gli ispettori dell’Asl Na1 e le unità subacquee dei vigili del fuoco durante l’analisi di campioni di mitili hanno trovato e sequestrato ben dieci tonnellate di cozze ritenute altamente pericolose per la salute pubblica. Secondo quanto comunicato dal Mattino, le cozze venivano allevate clandestinamente nelle acque della fascia costiera napoletana, precisamente nella zona in cui era stata sospesa l’acquacoltura a causa del virus dell’epatite A.

Quelle innumerevoli cozze avrebbero potuto fruttare al mercato illegale una somma di 50mila euro ma anche tanti problemi a chi le avrebbe acquistate, portate in tavola e purtroppo mangiate senza essere a conoscenza della loro pericolosità.

Intanto gli esperti indagano per risalire ai responsabili dell’allevamento abusivo e nelle prossime ore su alcuni campioni delle tante cozze prelevate dagli ispettori del dipartimento di prevenzione del servizio veterinario dell’Asl saranno eseguite ulteriori verifiche in laboratorio.

Potrebbe anche interessarti