Scavalca la recinzione per non pagare il biglietto e si trancia un dito

cumana-torregaveta-770x579

E’accaduto a Torregaveta, frazione di Monte di Procida. Un giovane quindicenne, per evitare i tornelli all’interno della stazione e risparmiare il pagamento della corsa della cumana, insieme ad un amico, ha scavalcato la recinzione in ferro della stazione, è rimasto incastrato e, nel tentativo di liberarsi, si è tranciato di netto l’anulare sinistro.

Il ragazzino è stato trasferito immediatamente all’ospedale Pellegrini e, tramite una delicata operazione chirurgica, gli è stato riattaccato il dito recuperato durante i primi soccorsi.

Il secondo ragazzo invece ha urtato la testa contro la pensilina cavandosela con una semplice medicazione.

Secondo alcuni residenti della zona e il titolare del bar della stazione, episodi del genere si verificano spesso. Sono tanti i giovani che, soprattutto durante la stagione estiva, volendo evitare di pagare il biglietto, scavalcano la recinzione sottoponendosi a grave pericolo. Secondo chi frequenta la stazione sono necessari controlli più severi, onde evitare che situazioni spiacevoli di questo genere tornino a verificarsi in futuro.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più