Napoli, trovato tra i rifiuti un cadavere carbonizzato e legato. Possibile esecuzione

polizia scientifica

Nelle ultime a Napoli, precisamente in via della Mongolfiera, è stato trovato accanto a cumuli di rifiuti un corpo senza vita di un uomo probabilmente di età compresa tra i 25 e i 30 anni. L’allarme è stato lanciato da un passante che ha immediatamente avvertito i carabinieri.

Il cadavere, parzialmente carbonizzato, presenta diverse ferite compatibili con colpi di arma da fuoco. Al momento del ritrovamento i piedi dell’uomo erano legati da una fune e sul suo collo sono stati rinvenuti evidenti segni di una corda. Per gli esperti potrebbe trattarsi di un’esecuzione e, secondo i primi rilievi eseguiti dai militari dell’Arma e dal medico legale, il decesso della vittima sarebbe avvenuto da circa 12 ore.

Intanto i carabinieri della Compagnia Stella e del Nucleo investigativo di Napoli sono impegnati nelle indagini che faranno luce su questo inquietante caso e permetteranno di risalire all’identità del cadavere, all’autore e al movente di questo misterioso omicidio.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più