Venezia chiede scusa ad Amalfi: “Gesto inqualificabile”

Venezia, Campanile e Basilica di San Marco

Il Comune di Venezia ha chiesto pubblicamente scusa alla città di Amalfi per il gesto volgare ed offensivo di un vogatore lagunare. Lo sportivo veneziano aveva postato sul profilo facebook una foto, accompagnata dal commento Ecco come noi veneziani usiamo le cavalle amalfitane”. L’immagine in questione, ritrae il cavallo, simbolo della città di Amalfi durante un rapporto sessuale, volgare ed offensivo, un gesto che non fa onore né all’atleta in questione né alla propria squadra.

Ed infatti:

«L’amministrazione comunale è venuta a conoscenza di un esecrabile comportamento offensivo tenuto da uno dei vogatori della squadra veneziana nei confronti di un simbolo della città di Amalfi – si legge in una nota ufficiale – Simili gesti, totalmente estranei ad una manifestazione caratterizzata da una fiera ma leale rivalità, devono essere censurati nella maniera più ferma. Non vorremmo mai vedere il leone alato simbolo di Venezia essere oggetto di scherno da parte altrui, così come non possiamo tollerare che simili offese vengano portate ai simboli delle altre città. Per tale ragione, l’amministrazione comunale si scusa con la squadra di Amalfi, con i suoi cittadini e con i suoi rappresentanti, auspicando che la pur sentita rivalità si manifesti solamente nell’ambito di una corretta manifestazione sportiva».

LEGGI ANCHE
Trivago: ultimi giorni di mare, i gioielli della Campania costano pochissimo

Potrebbe anche interessarti