Quando l’orco è un figlio: picchiava i genitori anziani, arrestato

violenza ai genitori

“‘Na mamma è bbona pe ciente figlie, ciente figlie nun sò bbuoni pe na mamma”. Così recita un antico detto popolare napoletano, e c’è da dire proprio che non sbaglia.

La vicenda che ha colpito due anziani genitori nel napoletano, è davvero straziante. Un uomo di 47 anni, figlio della coppia di anziani, incolpato di tentata estorsione e lesioni, per circa un anno ha tenuto in ostaggio la mamma e il papà ottantenni, minacciandoli ed incutendo loro timore, tanto da non riuscire a denunciare l’orco che purtroppo era proprio il loro stesso figlio.

Sangue dello stesso sangue, un amore viscerale per un figlio che purtroppo però non viene adeguatamente ricambiato, come si può fare del male ai propri genitori, specialmente se anziani e indifesi? Bisognerebbe chiederlo all’uomo incolpato di tali atti di violenza e fermato ieri dopo l’ennesimo episodio a discapito dei due anziani. L’uomo è stato arrestato dai carabinieri a Scampia in via Micheluzzi e portato direttamente a Poggioreale, mentre i genitori sono stati immediatamente portati in ospedale, dove dopo alcuni controlli sono stati dichiarati guaribili in circa otto giorni.

Un incubo che ha stravolto e violentato la vita di due persone anziane per troppo tempo, due persone che avrebbero voluto soltanto un po’ di sano affetto da quel figlio che, probabilmente, era stato cresciuto con tanto amore.

Potrebbe anche interessarti