Franceschini avvia il PON per salvare il patrimonio culturale del Sud

franceschini

Da oggi è ufficialmente operativo il Progetto Operativo Nazionale (PON) “Cultura e Sviluppo”, ovvero il progetto, finanziato dai fondi europei per la programmazione 2014-2020 che stanzia ben 491 milioni di euro per restaurare, valorizzare e proteggere il patrimonio artistico-culturale del meridione. Il Pon è stato varato oggi dal Ministro dei Beni Culturali e del Turismo Dario Franceschini, Claudio De Vincenti, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio e Graziano del Rio, Ministro delle Infrastrutture.

“Siamo di fronte – ha dichiarato De Vincenti ad una novità assoluta a livello europeo che corrisponde alla necessità avvertita da tutto il governo di fare della cultura una leva di sviluppo nazionale strategica”. Il progetto è stato approvato dopo un lungo iter di incontri e permessi delle varie amministrazioni comunali e regionali interessate causando non pochi ritardi e polemiche.

Dei 491 milioni, 55 spettano a Campania, Puglia e Calabria per interventi di progettazione avanzata, 114 sono, invece, destinati alle imprese ed aziende che operano nel settore turistico, culturale ed artistico. Entro la fine del 2015 la Campania dovrà stabilire l’effettiva destinazione di questi fondi, anche se già si parla di bandi per il restauro del Museo Archeologico Nazionale, della Certosa di Padula e le disastrate aree degli scavi archeologici di Pompei, Ercolano e Stabia.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più