Volontari come terroristi: si vuole fermare la Rivoluzione Culturale Napoletana

I volontari di Sii Turista Della Tua Città - Essere Napoletano È Meraviglioso

Quando un gruppo di persone comincia a impegnarsi attivamente per la realizzazione di un ideale, che fa bene a tutta la comunità di cittadini, viene sempre ostacolato da chi può avere interessi alternativi e personali, da chi può avere qualche forma di invidia, o ancora da chi preferisce che la situazione rimanga così com’è per lo sfizio di poter criticare una città, i suoi abitanti, l’amministrazione.

Questo è ciò che sta accadendo ai volontari dell’associazione Sii Turista Della Tua Città, i quali da quasi quattro anni portano avanti una battaglia su Napoli e per Napoli, spendendo soldi e lavoro, senza guadagnarci nulla e senza avere mire politiche, essendo un movimento culturale apartitico che promuove il meglio della città, lo cura, lo restituisce ai cittadini. La doppia pulizia della Fontana di Monteoliveto, che versava da anni in condizioni pietose a causa dei vandali cui tutto è permesso, la pulizia della guglia di Piazza del Gesù, quelle delle stazioni di Piazza Dante e Salvator Rosa, la pulizia di via Toledo, la pulizia delle Mura Greche di Piazza Bellini ridotte a discarica a cielo aperto, l’accoglienza ai turisti porgendo loro dei fiori, le visite guidate gratuite ai Quartieri Spagnoli e al castello di Baia, la pulizia delle statue equestri a Largo di Palazzo (Piazza del Plebiscito), e molto altro. Tutto per amore della Sirena Parthenope. Eppure c’è chi vuole fermarli, chi preferisce la monnezza e i monumenti sfregiati, così trova molta più soddisfazione nel poter criticare da una tastiera chiuso in una soffocante stanza che soffoca anche Napoli.

Visita ai Quartieri Spagnoli - Foto di gruppo insieme alla gente che ha partecipato
Visita ai Quartieri Spagnoli – Foto di gruppo insieme alla gente che ha partecipato

Grazie a questo forte impegno i ragazzi di Sii Turista Della Tua Città hanno avuto in regolare concessione attestata dall’opportuna documentazione, per un mese, la Casina Pompeiana sita nella Villa Comunale (o meglio, Villa Reale), a patto che la facessero rivivere dopo anni di degrado e abbandono. I ragazzi non si stanno facendo sfuggire l’opportunità e stanno facendo i turni per tenerla aperta ogni giorno dalle 10 di mattina a mezzanotte, anche di domenica, hanno allestito una mostra fotografica e una pittorica di giovani artisti, hanno allestito un’aula studio con dieci PC e Wi-Fi gratuito, hanno portato libri, invitano i cittadini in Villa a non sporcarla, fanno informazione e sensibilizzazione, e molto altro che vi sapranno illustrare meglio loro, sapete dove e quando trovarli.

Ebbene, nonostante tutto questo, si trovano ad affrontare individui che li accusano pubblicamente di essere entrati abusivamente nella Casina Pompeiana (dimenticando forse di essere querelabili per diffamazione), di avere fantomatici appoggi politici, di avere doppi fini, di lucrare e un sacco di schifezze che è superfluo raccontare. Ieri sera invece, proprio quando doveva cominciare una serata da loro organizzata nella Casina, sono piombati loro addosso undici tra agenti e periti per un controllo partito, probabilmente, da una denuncia: undici persone, un dispiegare di forze che non si dedica neanche a un sospettato di terrorismo. Niente contro costoro, in ogni caso, che facevano il proprio lavoro.

La serata, alla fine, si è svolta lo stesso e ha visto la partecipazione di molti giovani e meno giovani, parecchi tra i quali erano di semplice passaggio e si sono fermati lì, a fare conoscenza, a parlare di sé, di Napoli, di cambiare ciò che a Napoli non va. Il tutto in Villa, luogo straordinario costruito per la città dal vecchio re Borbone, ma adesso pressoché deserto, abbandonato, mal curato. Forse è meglio avere una Villa Reale vuota, i giovani che vagano di bar di bar senza meta o chiusi a casa col cellulare in mano, magari a sproloquiare senza attivarsi in maniera concreta? O è meglio uscire, incontrarsi, vivere e dar vita a Napoli, interagendo dal vivo con le altre persone, le altre generazioni, organizzare eventi, amare Parthenope? Ai Napoletani la risposta.

La Rivoluzione Culturale continua. ESSERE NAPOLETANO È MERAVIGLIOSO!

Qui sotto potete vedere quante persone ci fossero ieri sera nella Casina Pompeiana. Cliccando qui, invece, potete vedere le altre foto della serata.

Aperitivo Casina Pompeiana

Aperitivo Casina Pompeiana 2

Aperitivo Casina Pompeiana 3

Aperitivo Casina Pompeiana 4

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più