Inceneritore di Acerra. Quanto ci costa e soprattutto conviene?

inceneritore_Acerra_thumb

In questi giorni c’è stata la pubblicazione ufficiale dei costi e dei ricavi relativi al maxi inceneritore di Acerra. Smaltire una tonnellata di rifiuti costa la bellezza di 305 euro, euro che gravano sulle tasche di noi cittadini campani, mentre rendono ai comuni di Bragamo, Varese, Milano e Brescia, non meno di 115 euro a tonnellata per la gestione dei nostri rifiuti.

Ma c’è un dato ancora più grave ed è relativo allo smaltimento delle ceneri che ci costa ben 18 milioni di euro l’anno, costo che, quando i rifiuti venivano trasportati in Olanda, era di 20 milioni di euro l’anno.

Considerando il notevole danno ambientale che deriva dallo smaltimento delle ceneri, circa 135 mila tonnellate l’anno, in Campania, la domanda che ci si pone è se non era meglio – per soli due milioni di euro in più, e considerando che il costo del crocevia dei rifiuti era tutto a carico degli olandesi – continuare a trasportare i rifiuti in Olanda.

E’chiaro ormai che gli impianti di smaltimento dei rifiuti, oltre che essere tossici, hanno costi elevatissimi. I nostri territori sono stati già abbondantemente martirizzati, e sarebbe forse il caso di evitare ulteriori beffe a carico dei cittadini, e nuovi impianti tossici tornado alle vie del mare.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più