Aggrediti due dipendenti della Gori a Boscoreale

Aggrediti due dipendenti della Gori a Boscoreale

Via Marra, Boscoreale, due dipendente della Gori staccano l’erogazione dell’acqua ad un appartamento per una morosità di circa 1700 euro. Gli stessi due dipendente sono stati inseguito riconosciuti ed avvicinati da uno sconosciuto, forse un parente dell’uomo a cui avevano staccato il contatore, che li ha aggrediti.

Dopo aver ripetutamente percosso e minacciato  gli operai con un bastone di legno, l’uomo ha obbligato i dipendenti a ripristinare il contatore dell’appartamento moroso.

Eseguiti gli ordini del loro aggressore, i dipendenti della Gori hanno raggiunto il pronto soccorso più vicino per farsi medicare ed immediatamente hanno denunciato l’accaduto ai carabinieri.

Il giorno successivo le forze dell’ordine sono intervenute per tutelare gli operai della Gori, che hanno provveduto a staccare nuovamente il contatore mostrando cosi tutta la loro risolutezza nel combattere gli abusi dei cittadini “furbi” e regolarizzare così il pagamento del servizio idrico. A sostenere la loro causa ci sono tutti i cittadini di Boscoreale che inviano di continuo lettere all’azienda per dar man forte a questa lotta contro le ingiustizie.

«Quanto accaduto in via Marra-spiega l’Amministratore Delegato della Società, Giovanni Paolo Marati- è l’ennesimo episodio di violenza perpetrato ai danni del personale della Gori nello svolgimento delle proprie mansioni – aggiunge il presidente, Maurizio Bruno – prima le aggressioni ai nostri sportelli, poi quelle ai nostri tecnici. Al fine di tutelare gli utenti che pagano regolarmente le fatture per il servizio reso, Gori ha avviato un’intensa attività di contrasto alla morosità ed all’illegalità combattendo con convinzione tutti quelli che non si mettono colpevolmente in regola con i pagamenti oppure arrivano ad allacciarsi abusivamente alla rete idrica».

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più