Caivano, arrestati 3 pusher: la gente sputa e lancia bottiglie contro la polizia

Polizia

A Caivano la polizia smantella una piazza di spaccio nel rione Icap della città. Ma, improvvisamente, si ribellano alcune donne e bambini (circa 50) ed iniziano a lanciare sputi e bottiglie piene d’acqua contro gli agenti. È questa la ricostruzione di internapoli.it. Tre i pusher arrestati dalle forze dell’ordine: Aniello Carema (55 anni), Pietro Palmieri (47 anni) e Salvatore Tomaciello (38 anni). A dare il via a questa rivolta uno degli arrestati che ha iniziato ad urlare “Aiutateci, ci hanno arrestato le guardie“, chiamando a raccolta donne e bambini.

Poco dopo l’arresto, gli agenti del Commissariato di Afragola hanno iniziato a cercare il nascondiglio della droga conservata dai pusher. Ed è in quel momento che donne e bambini hanno cercato di assalire sia fisicamente che verbalmente gli agenti, al fine di depistarli dalla ricerca dei depositi di cocaina. Solo con l’arrivo di un’altra volante è stato possibile porre fine a questa pseudo-rivolta. Carea, Palmieri e Tomaciello sono adesso agli arresti domiciliari.

Potrebbe anche interessarti