Nek nomination: ha 9 anni la sua vittima più giovane

Nek nomination

Nonostante si sia molto parlato della “Nek nomination”, e nonostante gli appelli, tra cui quello di un padre napoletano con video su YouTube, a desistere dal partecipare a questo gioco così pericoloso, tanti ragazzi di tutto il mondo continuano ad agire incoscientemente.

Rhiannon Scully, una bambina di 9 anni, è diventata la vittima più giovane di questa attività, perché invogliata da due suoi amici della sua stessa età ha bevuto un cocktail di whisky e vodka che le hanno causato il ricovero in ospedale. La ragazzina è stata trovata “con gli occhi che le ruotavano all’interno della testa”, mentre tornava da scuola a fatica sullo scooter elettrico e con l’uniforme indosso, dalla madre che spaventata ha subito chiamato l’ambulanza. In ospedale a Rhiannon è stata fatta una lavanda gastrica, mentre la polizia, dopo aver interrogato i genitori della bambina e dei suoi compagni, ha fatto sapere che non ci sono i presupposti per qualsivoglia provvedimento.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più