Prevenzione tumori a Napoli, visite gratuite nelle zone a rischio: elenco e orari

NAPOLI – Parte a Napoli un grande programma sui controlli sanitari finanziati dal ministero della Salute nel 2014. Il tutto sul problema degli ambienti inquinati. L’obiettivo è quello di potenziare i livelli di assistenza e soprattutto prevenire principali malattie.

Dove l’ambiente è sfavorevole, si vive meno a lungo: ci sono anche patologie metaboliche, quelle cardiovascolari e che colpiscono soprattutto anche bambini e i più giovani. Infatti, Napoli paga oltre quattro anni rispetto a Firenze con punte, in alcuni quartieri disagiati, che arrivano a 7-8 anni di attesa di vita in meno rispetto al nord dell’Europa. Di conseguenza, bisogna puntare sulla prevenzione, un aspetto assente dalle politiche sanitarie in Campania.

Il programma sanitario, come riporta ilmattino.it, è stato presentato dal manager Mario Forlenza, e da Tiziana Spinosa – direttore del distretto di Bagnoli Fuorigrotta e rappresentante della Campania in seno alla commissione ministeriale su Terra dei Fuochi – dell’Asl Napoli uno. Tale programma coinvolge i cinque quartieri della città anche perché sono considerati a maggior rischio ambientale e socio-economico. Si tratta del distretto 25 di Fuorigrotta e Bagnoli, del distretto 26 Soccavo e Pianura, del distretto 28 Chiaiano, Piscinola, Marianella e Scampia, del distretto 30 San Pietro a Patierno, Secondigliano Miano e infine del territorio 32 Barra e Ponticelli. Questi potranno accedere gratuitamente alle strutture per prenotare visite e fare controlli senza liste di attesa, ma con l’impegnativa del medico su ricetta bianca.

È possibile visionare qui l’elenco dei distretti interessati e gli orari.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più