Morte di Mauro, tecnico di Made in Sud: potrebbe essere stato ucciso

Ieri mattina si sono svolti i funerali di Mauro Signore, tecnico del suono di Made in Sud, deceduto in circostanze non del tutto chiarite lo scorso 29 Aprile a Los Angeles, negli Stati Uniti.

Negli Stati Uniti, a Los Angeles per la precisione, la circostanza della morte del ragazzo non è del tutto chiara. Infatti il “Coroner” ha istruito la pratica del decesso con la dicitura “Deferred”, cioè “in attesa di ulteriori indagini sulla causa del decesso”.

In un primo momento, infatti, era stabilito che il decesso fosse avvenuto probabilmente in conseguenza di un incidente automobilistico. Questa circostanza non trova del tutto conferma. Il corpo del povero ragazzo è stato rinvenuto, privo di vita, lo scorso 24 Aprile. Secondo i primi rapporti investigativi.

L’autopsia è stata eseguita il successivo 26 Aprile, anche se l’ufficio del “Coroner” si è riservato di pubblicare la relazione sulle reali motivazioni del decesso, visto che si stanno svolgendo ulteriori indagini.

Dal rapporto del medico confluiscono gli esiti di tutti gli elementi utili ad accertare le cause, anche i test tossicologici. “La passione di Mauro per l’arte e la musica– informa una nota diffusa dalla portavoce della famiglia Signore – unita alla ricerca di nuovi orizzonti lo avevano portato negli Stati Uniti per trascorrere le festività pasquali e contemporaneamente prendere contatti per un nuovo progetto che aveva in cantiere”.

Anche se gli interrogativi da chiarire sono molteplici e di varia natura: bisognerà capire perché il corpo di Mauro è stato trovato in una autostrada. Bisognerà verificare se il corpo è stato lanciato da un cavalcavia oppure quali siano state le frequentazioni durante il soggiorno americano.

Al momento, sembra si stia facendo sempre più largo l’ipotesi di un omicidio, invece che di un tragico incidente. I fatti risalgono infatti a più di un mese fa, un tempo decisamente lungo che fa comprendere come la situazione sia abbastanza ingarbugliata.

Potrebbe anche interessarti