È morto Vittorio Zucconi, storica firma del giornalismo italiano

È morto il giornalista Vittorio Zucconi, storica firma del quotidiano Repubblica e del giornalismo italiano. Zucconi si è spento all’età di 74 anni a Washington, negli Stati Uniti, dove viveva dal 1985. La notizia si è appresa tramite l’edizione online del quotidiano.

Nato a Bastiglia, in provincia di Modena, il 16 agosto 1944, ha lavorato anche per La Stampa di cui è stato corrispondente da Bruxelles e da Washington, e per il Corriere della Sera, il quale lo inviò a Mosca durante la Guerra Fredda. Per Repubblica è stato inviato speciale ed editorialista dagli Stati Uniti. È stato direttore di Repubblica.it dalla creazione del sito web fino al 2015, e di Radio Capital fino al 2018.

Vittorio Zucconi combatteva da tempo con una malattia, che alla fine lo ha portato via. All’attività di giornalista ha affiancato quella di scrittore, pubblicando diversi titoli.