Farmaci, materassi e vecchie tv: cosa buttare nelle isole ecologiche e dove sono

isole ecologiche

In questi giorni la città di Napoli e la periferia è stata interessata da una lenta raccolta dei rifiuti. L’immondizia per le strade ha spinto alcune Municipalità del capoluogo partenopeo a fare appelli e invitare i cittadini a non buttare plastica in determinate zone.

Ma quali sono le isole ecologiche presenti in città? Spesso capita infatti di vedere materassi o vecchi elettrodomestici per strada in attesa di essere raccolti. Ma l’Asia sul proprio sito, comunica le zone nelle quali i rifiuti ‘speciali’ possono essere gettati. Le Isole Ecologiche consentono ai cittadini di smaltire rifiuti che non possono essere riciclati tramite il normale sistema di raccolta quali, i rifiuti ingombranti, elettronici ed elettrodomestici (da consegnare integri e non smontati).

Questo l’elenco:

Le Isole Ecologiche Complete sono aperte il Lunedì dalle 14:00 alle 19:00da Martedì a Sabato dalle 08:00 alle 19:00 e la Domenica dalle 08:00 alle 14:00. Si trovano in:

  • Via Giovanni Antonio Campano – quartiere Piscinola
  • Via Saverio Gatto – quartiere Colli Aminei
  • Viale della Resistenza – quartiere Scampia
  • Via Emilio Salgari – quartiere Ponticelli

Le isole Ecologiche Ridotte invece sono aperte agli stessi orari di quelle complete (tranne Via Arena alla Sanità – Quartiere Sanità che è aperta da Lunedì a Domenica dalle 08:00 alle 14:00) e si trovano in:

  • Via Mastellone – Quartiere Barra
  • Via Arturo Labriola – Quartiere Fuorigrotta (Cinema MED)
  • Via Vicinale Vallone di Miano – Quartiere Secondigliano
  • Viale Ponte della Maddalena – Quartiere Mercato

Quali sono i materiali che si possono portare?

L’elenco è lungo e consiste in accumulatori, come batterie esauste al piombo di auto, moto e barche che però non vanno nelle Isole Ecologiche Ridotte. Poi gli Alberi di Natale; Carta e Cartoncino; i Farmaci; i Frigoriferi e Condizionatori (che non vanno nell’Isola Ecologica Ridotta). E ancora i Grandi Elettrodomestici (lavatrice, forno, cucina, lavastoviglie, scaldabagno); Imballaggi in Cartone, in Plastica, Metalli e in Vetro. Indumenti usati; Inerti: modesti quantitativi di materiali inerti di risulta provenienti da piccole ristrutturazioni domestiche, piatti, mattonelle, ceramiche e vasi di terracotta. E ancora Ingombranti come mobili, divani, materassi, valigie, scaffalature, pedane, oggetti in legno, ferro, vetroresina e plastiche dure. Lampadine e neon come tubi al neon, lampade alogene, lampade fluorescente, a vapori di mercurio, sodio e ioduri che non vanno nell’Isola Ecologica Ridotta. Lastre e vetro camera; Oli Minerali (olio motore di origine fai da te che non va nell’Isola Ecologica Ridotta); Oli Vegetali (olio da cucina): Piccoli Elettrodomestici come telefoni, orologi, computer stampanti, giocattoli a pila, plafoniere, videoregistratori, telecomandi e in generale qualsiasi apparecchio alimentato a pile o corrente diverso dalle altre categorie. Pile; Pneumatici (numero massimo 4 pneumatici conferiti da utenza domestica); Sfalci e Potature; Toner e Cartucce che non va nell’Isola Ecologica Ridotta così come i TV-Monitor e le Vernici e Solventi.

Cosa NON si piò portare: AMIANTO in tutte le sue forme;  GESSO come il cartongesso, i gessolini ed mattoni di gesso. BITUME come le guaine; I RIFIUTI INDIFFERENZIATI

 

Potrebbe anche interessarti