Covid, l’idea del sindaco: “Che bello se ognuno rendesse pubblica la sua positività”

covid sindaco sant'agnelloIn Campania continuano a registrarsi numerosi casi di covid-19, soprattutto dopo che la Regione ha messo in atto una maxi operazione di screening per chi rientrava dall’estero. In questa situazione, il sindaco di Sant’Agnello (NA), Piergiorgio Sagristani, lancia un appello insolito, invitando chiunque risulti positivo al coronavirus a comunicarlo pubblicamente, in modo da facilitare il contact tracing ed eliminare lo stigma attorno a questa malattia.

Queste le parole del primo cittadino sulla propria pagina Facebook: “Il covid-19 è un nemico invisibile, subdolo, ma tutti, avendo contatti con altre persone e anche usando misure di precauzione, siamo a rischio d’infezione! Ed essere malati di covid-19 non è una colpa e può accadere a chiunque!

La privacy ci vieta di diffondere i nomi dei soggetti purtroppo positivi ma sarebbe molto bello, anche per poter tutti conoscere i contatti, le frequentazioni, bloccare la diffusione del virus e per evitare inutili chiacchiericci e ricerche di untori, se chiunque, appena è a conoscenza della propria positività lo rendesse pubblico… dimostrando un alto senso civico, e che l’interesse e il bene della intera comunità è più importante di se stesso!“.

Dalle reazioni e dai commenti al post, sembra che in molti abbiano accolto favorevolmente l’appello del sindaco di Sant’Agnello. L’invito del primo cittadino viene visto come un’occasione non solo per alleviare le preoccupazioni di molti cittadini, ma anche per evitare la vergognosa “caccia all’untore” che abbiamo visto verificarsi non poche volte, specialmente durante il lockdown.

Il Covid 19 e' un nemico invisibile , subdolo ma tutti avendo contatti con altre persone anche usando misure di…

Pubblicato da Piergiorgio Sagristani su Martedì 8 settembre 2020

Potrebbe anche interessarti