MESSAGGIO POLITICO ELETTORALE

VIDEO/ Agropoli, maxi rissa in vacanza: 2 famiglie napoletane si azzuffano per strada

agropoli rissaUna vera e propria rissa stile film americano è avvenuta nei giorni scorsi ad Agropoli. Protagonista della colluttazione, due famiglie napoletane in vacanza sulla costiera cilentana. In pieno centro città le due famiglie si sono azzuffate, dandole di santa ragione: pugni, schiaffi e tirate di capelli.

Quattro persone sono finite in ospedale: hanno riportato ferite ed ematomi. I protagonisti della maxi rissa sono stati anche identificati e denunciati. Le immagini della colluttazione hanno anche fatto il giro del web sul canale Telegram “Risse Italiane”.

Agropoli questa notte però è stata luogo di un’altra rissa, sempre in pieno centro. A condannare l’accaduto ci ha pensato anche il sindaco della città, Adamo Coppola, che con un messaggio sul proprio profilo Facebook ci ha tenuto a precisare l’importante lavoro che le forze dell’ordine svolgono in questi frangenti.

Entrambi sono atti da condannare, la nostra Città da sempre respinge ogni forma di violenza. Ma ci tengo a fare un chiarimento, una volta per tutte, sul discorso sicurezza. Nel caso della lite accaduta nella serata del 16 agosto, i Carabinieri della Compagnia di Agropoli hanno identificato donne e uomini partecipanti alla lite e li hanno deferiti all’Autorità giudiziaria per rissa aggravata. Un importante ausilio alle indagini è venuto dai filmati dell’impianto di videosorveglianza comunale e quello di privati.

Nell’episodio avvenuto invece all’alba di oggi, i Carabinieri sono arrivati durante la rissa identificando 5 ragazzi non del posto e 2 appartenenti alla locale comunità rom. Anche in questo caso, tutti sono stati deferiti alla competente A.G. per rissa aggravata.

A dimostrazione che l’attenzione è massima e i controlli ci sono: alle risse sono seguiti i provvedimenti del caso da parte delle forze dell’ordine. Devo quindi contraddire chi parla di assenza di sicurezza ogni qualvolta accadono episodi del genere“.

Potrebbe anche interessarti