Poco sale nella minestra: Il marito la pesta a sangue

violenza femminile

Ennesimo episodio di violenza femminile che prende vita tra le mura di casa, in quel posto che dovrebbe proteggere e far sentire al sicuro dal mondo esterno, ma che invece diventa spesso luogo di molestie da parte di quei mariti, padri o fratelli che forse, sentono di avere fin troppo potere. Nessuna scusa può giustificare un atto di violenza, soprattutto quando a scatenarlo è una scusa banale e futile, come “il poco sale nella minestra”, che suona quasi come un pretesto. A tal proposito il sito IlMattino.it scrive:

Marito violento in manette. Poco sale nella minestra e scatta il pestaggio per la moglie. Lo stalker di turno, Antonio Colucci, 35 anni, di Afragola, non si è fermato nemmeno davanti al pianto terrorizzato dei figli piccoli e neanche quando sono intervenuti alcuni familiari, richiamati dalle grida della moglie.

Questa, non appena il marito l’ha mollata, a piedi nudi è corsa fino in caserma, dove ha chiesto aiuto ai carabinieri. I militari hanno arrestato il marito violento, che è stato rinchiuso nel carcere di Poggioreale, in attesa dell’udienza di convalida. La moglie ha dovuto fare ricorso alle cure dei medici del pronto soccorso, dove è stata medicata e dimessa con una prognosi di una settimana.

Potrebbe anche interessarti