VIDEO/ Casavatore, rapina in pizzeria: fucili puntati anche sui bambini

Un sabato sera come tante, un sabato sera passato con la propria famiglia in pizzeria, ma non per i clienti di un ristorante di Casavatore che hanno assistito ad una rapina. Due uomini armati di fucile hanno minacciato le persone sedute al tavolo chiedendo loro tutto quello che avevano di prezioso. Fucili puntati al volto anche ai bambini presenti che hanno dovuto assistere ad una scena terrificante.

Sono queste le immagini che arrivano da Casavatore, in provincia di Napoli, e riguardano una rapina avvenuta lo scorso sabato in una pizzeria. A diffondere le immagini Internapoli e Nanotv e poi rilanciate dal Consigliere Regionale Francesco Emilio Borrelli sulle proprie pagine social.

Nelle immagini di videosorveglianza della struttura si vedono due uomini incappucciati, coperti in volto e con i guanti indosso, che imbracano i fucili e minacciano la clientela. I bambini presenti sono molto spaventati e si rifugiano tra le braccia delle loro mamme o dei loro papà che cercano di proteggerli comprendogli gli occhi.

Una scena che ha squarciato la tranquillità di un sabato sera qualunque e che potrebbe avere ripercussioni, non solo economiche sui malcapitati, ma anche emotive – soprattutto sui bambini presenti e sulle persone più fragili.

 

Intanto sulla pagina Instagram del ristorante, da poco è stata pubblicata una storia dove i titolari spiegano bene l’accaduto e ringraziano per tutto l’affetto ricevuto. “Purtroppo come ben sapete siamo stati vittima di questa rapina avvenuta sabato sera nel nostro locale! tra pochi giorni festeggeremo i nostri 20 anni di attività dove che per tutti questi anni non è mai successo una cosa del genere.

Il nostro è sempre stato un locale abbastanza affollato dove ragazzi e soprattutto famiglie vengono per mangiare da noi e stare bene, ma vedere e soprattutto assistere ad una scena del genere ti fa rimanere senza parole, fortunatamente non è successo nulla di grave stiamo bene e soprattutto stanno bene i nostri clienti.

La cosa brutta è che sia successo nel nostro locale (PREMETTO CHE NON DOVREBBE SUCCEDER A NESSUNO) quel posto dove passiamo la gran parte della nostra giornata dove per noi non è un semplice posto di lavoro ma è la nostra CASA! Quel posto dove ti senti sicuro da tutto e da tutti.

Il video è stato dato alle forze dell’ordine dove stanno cercando di fare le indagini, in tanto noi cercheremo di organizzarci nel migliore dei modi per garantire la sicurezza! Ringraziamo tutte le persone che ci stanno scrivendo per starci vicino ne siete veramente in molti, siete voi la nostra forza ! Supereremo anche questo un bacio forte da Un Posto al Sole“.

Potrebbe anche interessarti