Incendio a Pozzuoli, bus rientra per un guasto e prende fuoco: distrutti altri 2 mezzi

Marco Sansone

Un incendio è divampato all’interno del deposito CTP di Pozzuoli e alcuni bus sono stati completamente distrutti dalle fiamme. Non si registrano feriti.

Incendio deposito CTP di Pozzuoli: tre bus in fiamme

Dalle prime informazioni, fornite da Marco Sansone del coordinamento regionale USB Lavoro Privato, questa mattina uno degli autobus sarebbe rientrato dal servizio raggiungendo nuovamente il deposito a causa di un guasto. Pochi minuti dopo, quando l’autista aveva già lasciato il mezzo, quest’ultimo si è incendiato coinvolgendo altri due bus in sosta nelle immediate vicinanze.

L’autista avrebbe segnalato tempestivamente la puzza di gas avvertita all’interno del mezzo fermandone immediatamente la corsa e rientrando, così, all’interno dell’area di sosta per evitare danni ulteriori. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco che hanno provveduto a domare l’incendio. Soltanto pochi mesi fa un simile episodio si era verificato a Giugliano.

Di qui la denuncia di Sansone: “E’ il caso di dire tristemente che piove sul bagnato per CTP. La scarsa manutenzione, sommata alle difficoltà che riscontra la ditta di pulizie nell’effettuare le sanificazioni tutti i giorni, continua a provocare danni sempre più gravi per l’azienda”.

“Quanto accaduto stamattina la dice lunga sulla bontà della manutenzione di mezzi ormai datati che necessiterebbero di essere maggiormente mantenuti o addirittura sostituiti. Per domare l’incendio ci sono volute diverse autobotti dei Vigili del Fuoco. Ci domandiamo come mai non siano state utilizzate anche le pompe antincendio predisposte nel deposito. Così non si può più andare avanti”.

“La verità è che CTP sta fallendo perché la politica è stata ed è incapace di gestire il trasporto pubblico locale dell’hinterland napoletano e preferisce svenderlo ai privati. Sarà un ulteriore danno per i cittadini e per i lavoratori. Come sempre” – ha concluso.

Potrebbe anche interessarti