Vuole lanciarsi da 30 metri di altezza: ragazza di 20 anni salvata da un maresciallo dei carabinieri

Napoli, ragazza che voleva lanciarsi da 30 metri salvata da un maresciallo
Immagine di repertorio

Napoli I carabinieri hanno salvato una giovane donna dal suicidio che minacciava di lanciarsi da 30 metri di altezza. L’intervento è avvenuto sullo strapiombo di via Nuova San Rocco a Miano: nella notte la ragazza si era fermata su di un cornicione con l’intenzione di lasciarsi cadere, ma per fortuna alcuni passanti l’hanno notata ed hanno chiamato il 112.

Napoli, ragazza che voleva lanciarsi da 30 metri salvata da un maresciallo

I militari della stazione di Capodimonte sono giunti rapidamente sul posto. Un maresciallo, in particolare, è riuscito ad avvicinarsi a lei ed ha cominciato a parlarle. Il sotto ufficiale è riuscito a infonderle la dovuta calma e, con gentilezza, l’ha messa in salvo insieme ad un collega.

Come chiedere aiuto

Chiunque può avere pensieri di suicidio, la cosa fondamentale è non sottovalutarli né fingere di non averli. A volte si fa fatica a vedere una via d’uscita a problemi che sembrano enormi, ma non mai così: a tutto c’è rimedio e si deve sempre essere ottimisti. Per questo bisogna chiedere aiuto, ai propri familiari, amici o affidarsi ad esperti come Telefono Amico. Inoltre è possibile far riferimento agli psicologi presenti nelle Asl della Regione Campania.


Potrebbe anche interessarti