La madre la imprigiona nella spazzatura e nella puzza per 9 anni

Casa coperta di spazzatura

Rossella, ragazza di 31 anni, è stata imprigionata dalla madre nella sua casa di Miano per nove anni, sommersa dalla spazzatura e dal cattivo odore; la situazione è venuta alla luce grazie ai carabinieri che hanno eseguito un’ordinanza di sfratto nei confronti della donna, Giuseppina, una fioraia di strada. A raccontarlo è Il Mattino.

Al momento di portare via le donne dall’appartamento, costoro si tenevano strette per non farsi dividere, a dimostrazione del rapporto morboso tra le due. I vicini parlano di sfratto crudele, e raccontano quanto Rossella fosse bella dieci anni prima, bionda e aggraziata, intelligente, tant’è vero che con una borsa di studio dietro l’altra ha conseguito la laurea ingegneria aerospaziale. Da nove anni la ragazza, non riconosciuta dal padre che chiedeva il test del DNA, non si vedeva più in giro, e solo adesso si è scoperto in quali pessime condizioni igienico-sanitarie viveva assieme alla madre.

Per guardare le foto dell’appartamento è sufficiente cliccare qui.

Potrebbe anche interessarti