Tribunale di Napoli, cade a terra e aspetta due ore l’arrivo dell’ambulanza

Tribunale di Napoli

Cade a terra e ci rimane per due ore in attesa dell’ambulanza. E’ successo ieri nella Torre A del Tribunale di Napoli ad una donna di 60 anni impiegata presso lo stesso tribunale, come riporta il Corrieredelmezzogiorno.it. La donna, forse a causa di un rigonfiamento del pavimento, è inciampata e si sospetta una duplice frattura. Soccorsa dal medico del presidio sanitario ha atteso fin troppo l’arrivo dell’ambulanza che dalle 14, ora in cui è stata chiamata, è giunta in tribunale soltanto alle 15,45.

A difendersi per l’arrivo ritardato del mezzo di soccorso è il direttore del 118: “Quello che è accaduto ci mortifica, ma con i mezzi che abbiamo a disposizione è difficile fare di più. Abbiamo 18 mezzi, 12 dei quali con un medico a bordo, ma spesso le ambulanze restano bloccate per ore nei pronto soccorso degli ospedali, dove non ci sono lettighe per accogliere gli ammalati. Quella di oggi – aggiunge il direttore del 118 – è stata una giornata particolarmente difficile, e in mattinata, si è creata una coda di 6 interventi. In questi casi la priorità la determina il codice, ed una frattura non esposta è classificata con il codice giallo, non con il rosso, anche se mi rendo conto del disagio della signora ferita. In un anno – prosegue il dottor Galano – il 118 a Napoli compie circa 64 mila interventi, quasi 175 al giorno e le nostre ambulanze circolano in media per 22 ore al giorno”.

LEGGI ANCHE
Portici. Picchia l'ex compagna incinta e rapisce il figlio di 16 mesi

Potrebbe anche interessarti