La strada della morte non perdona, 4 morti sulla statale 268

Statale 268

Questa notte 4 persone hanno perso la vita sulla statale 268 e una quinta è in gravi condizioni. Uno scontro frontale allo svincolo fra Boscoreale e Poggiomarino tra due automobili ha determinato il terribile incidente. Le vittime sono Mario Boccia di 24 anni, Giovanni Tortora di 22 e due persone di nazionalità polacca: Rota Kowalski di 45 anni e Jan Klose Kowalshe di 26 anni. E una ragazza di 23 anni è in pericolo di vita.

Un impatto devastante che ha praticamente spezzato quasi sul colpo la vita di queste persone e bloccato la statale 268 meglio conosciuta come la strada della morte. Infatti sono tantissimi gli incidenti che ogni anno si verificano su questa arteria che collega Cercola ad Angri. La statale 268 si presenta ad una sola corsia per ogni senso di marcia per quasi l’intero percorso e poco illuminata.

Queste caratteristiche determinano una pericolosità massima e da aggiungere c’è anche la mancanza di corsie di emergenza e di piazzole di sosta sul tratto Napoli-Somma Vesuviana (quello maggiormente trafficato). Inoltre alcuni svincoli non presentano nemmeno l’aiuola che separa fisicamente il lato corrispondente all’entrata con il lato corrispondente all’uscita. Un vero pasticcio che ieri è costato la morte di 4 persone con una quinta in bilico.

Potrebbe anche interessarti