Caos al Tribunale di Napoli: avvocati sfondano i vetri e feriscono le persone

code tribunale di napoli

Dopo le tre vittime della strage avvenuta i giorni scorsi nel Palazzo di Giustizia di Milano, sono entrate in vigore nuove disposizioni di sicurezza che hanno rallentato l’accesso al Tribunale di Napoli creando file interminabili, ritardi alle udienze, rivolte e disagi di vario genere.

Come ha comunicato Il Mattino, questa mattina la situazione è degenerata quando alcuni avvocati cercando di velocizzare i controlli, effettuati con un solo metal detector, hanno cercato di sfondare il varco d’ingresso vetrato in via Grimaldi che dopo vari spintoni è andato in frantumi, ferendo alcuni agenti della polizia penitenziaria e della polizia di Stato, successivamente medicati in ospedale. Per la paura un legale è svenuto ed è stato immediatamente soccorso dai sanitari del 118.

I due avvocati che hanno partecipato all’assalto della porta vetrata sono stati identificati e saranno probabilmente denunciati.

Dopo questo incidente il procuratore generale della Repubblica di Napoli, Francesco Mastrominico, per ristabilire l’ordine pubblico ha temporaneamente sospeso i minuziosi controlli agli avvocati di accedete in Tribunale esibendo il solo tesserino.

Potrebbe anche interessarti