Lemme: “La dieta mediterranea provoca cancro”. Parco del Cilento querela il dietologo dei vip

lemme

Le così dette diete ‘fai da te‘ o, peggio ancora, quelle consigliate da individui che non hanno la minima conoscenza tecnica e professionale, portano più danni di quanto possano essere i benefici e questo per tante motivazioni che non vedono questa la sede più idonea per elencarli. Cosa succede, tuttavia, quando è uno stesso medico a darci una dieta non consona per il nostro fisico?

Molto spesso, sono gli stessi medici a consigliare quella dieta definita: Dieta Mediterranea. Quando si parla di dieta mediterranea si parla dell’eliminazione di zuccheri raffinati e simili, si parla di eliminazione di farinacei, di latte e derivati, si parla dell’eliminazione di sodio e grassi saturi in generale; favorendo invece un illimitato consumo di pasta da abbinare ad un alta quantità di proteine assunte tramite carne e pesce. Si parla di un concetto generico e di certo non approfondito, un concetto che un esperto in medicina può definire maggiormente. In via generale si può dire che “questa alimentazione è fondata su una dieta basata su quantità eccessive di antiossidanti, evitando grassi saturi che invece sono indispensabili per l’organismo e la presenza di un basso indice glicemico, ma compensata con alti contenuti di fibre, vitamine e oligeolementi.” Come afferma Tommaso Pellegrino, presidente del Parco Nazionale del Cilento.

Studiata e perfezionata dall’epidemiologo e fisiologo statunitense Ancel Keys, in situazioni di severa difficoltà economica e limitazioni delle risorse a causa della Seconda Guerra Mondiale, con un basso livello di tecnologia, ha portato l’epidemiologo a trovare una soluzione che sopperisse a queste lacune. Una dieta che è stata poi il punto di partenza per numerosi nutrizionisti nel corso degli anni, una dieta che secondo Alberico Lemme è, tuttavia, il danno più grande per l’uomo.
Alberico Lemme è un farmacista e dietologo a cui numerosi Vip (tra cui Flavio Briatore) si sono affidati. In questi giorni, Lemme, si trova al centro di una grande polemica mediatica per alcune dichiarazioni rilasciate di recente durante un’intervista.
Senza giri di parole, Lemme ha affermato che: “La dieta mediterranea provoca il cancro“. A queste affermazioni hanno risposto numerosi esperti che respingono quelle che sono state definite: “assurdità”. Tra questo proprio Pellegrino ha contrastato la tesi del dietologo, affermando che “La Dieta Mediterranea, riconosciuta patrimonio culturale immateriale dell’Umanità dall’Unesco, è ritenuta da tutta la Comunità Scientifica, utile nella prevenzione di numerose malattie, tra cui la cardiopatia ischemica e tante patologie tumorali“.

Pellegrino poi aggiunge, con una visibile scoccata a Lemma: “non possiamo permettere ad un affabulatore di gettare discredito sulla Dieta Mediterranea e di lanciare messaggi molto pericolosi per la salute dei cittadini“. Nonostante di recente l’Unesco abbia identificato il Cilento come Comunità Emblematica della dieta mediterranea, c’è chi non è d’accordo con queste conclusioni, ma Pellegrino sembrerebbe aver preso a cuore la vicenda, definendo le parole di Lemme “False e Pericolose” , anzi, che il Parco del Cilento abbia pare chiesto un risarcimento all’immagine lesa dallo stesso dietologo.

Potrebbe anche interessarti