Suggerimenti interessanti per emettere fattura elettronica online in pochi click

In ossequio alle disposizioni esplicite del legislatore italiano, tratte dal decreto legislativo 52 del 2004, e alle interpretazioni offerte da eminenti studiosi di diritto e di economia sulla base di quelle disposizioni, la fattura elettronica online è un documento di natura digitale che racchiude tutti i dati del tradizionale modello cartaceo. Si tratta di un formato elettronico di natura eXtensible Markup Language non modificabile, includente la data della creazione della fattura elettronica online e riportante l’apposizione della firma digitale da parte dell’emittente che possa garantire l’autenticità di quel determinato file. Oggigiorno, sono stati elaborati sistemi avanguardistici per fare fattura elettronica online con una rapida connessione ad Internet. Sistemi frutto di un duro lavoro da parte di gruppi di ingegneri informatici altamente qualificati e messi a disposizione di imprenditori oppure lavoratori autonomi per semplificare lo svolgimento del loro business.

I tratti distintivi delle e-fatture

Per soddisfare costantemente esigenze fondamentali di trasparenza e chiarezza testuale, lo Stato italiano, oltre l’apposizione della firma digitale dell’operatore economico emittente, richiede l’invio delle e-fatture attraverso codici identificativi del destinatario oppure dell’indirizzo PEC del titolare di partita IVA. La trasmissione da parte del venditore e la successiva consegna all’acquirente devono realizzarsi attraverso il sistema di interscambio, abbreviato molto spesso in SDI, ai fini della validità dell’intera operazione telematica. Occorre tenere bene a mente che la documentazione non trasmessa attraverso il canale legale si considera non emessa, si evidenzia che il titolare di partita IVA si espone a una serie di pesanti sanzioni pecuniarie di carattere amministrativo e il cliente sfortunatamente non può portare in detrazione l’IVA con riferimento all’importo di quella singola transazione. Il Sistema di Interscambio, quando riceve la fattura elettronica online, compie una verifica immediata sulla forma e sul contenuto del file grazie all’intelligenza artificiale di ultima generazione, prima di provvedere all’invio in favore della casella di destinazione. Un modello strutturato e affidabile per una riduzione generale delle tempistiche e dei costi legati alle operazioni di scambio ma richiede all’imprenditore, prescindendo da considerazioni sul giro di affari, oppure al piccolo lavoratore autonomo di dotarsi di strumenti adeguati come i personal computer oppure gli smartphone con applicazioni capaci di accedere al sistema di interscambio. I dati statistici aggiornati confermano un rinnovato interesse degli operatori economici per software plurifunzionali, server e servizi con piattaforme cloud tali da conservare ordinata la rendicontazione online senza limiti di tempo o spazio.

L’evoluzione nel tempo dell’obbligo di fatturazione elettronica

Inizialmente, l’obbligo della fatturazione elettronica era previsto solo nei confronti della Pubblica Amministrazione, nel rispetto del decreto ministeriale 55 del 2013. Il suddetto obbligo di rendicontazione telematica, in un secondo momento, è stato esteso a tutte le relazioni tra cittadini privati dalla Legge di Bilancio del 2018 per una verifica postuma rapida e puntuale delle transazioni in entrata e in uscita da parte dei corpi dello stato come la Guardia di finanza. La finalità annunciata è quella di una diminuzione consistente dell’evasione fiscale negli anni a venire e un incremento delle entrate nelle casse dello stato italiano.