Bonus Ristrutturazioni Edilizie: ristrutturare casa oggi è vantaggioso

Ristruttura casa oggi è conveniente grazie al Bonus Ristrutturazioni Edilizie. Oltre ai bonus sui lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria, puoi risparmiare fino al 50% anche sui materiali. Scopriamo come.

Indice

Cosa è il Bonus Ristrutturazioni Edilizie

Il Bonus Ristrutturazioni Edilizie è disciplinato dall’art. 16-bis del Dpr 917/86 (T.U. Imposte sui Redditi). Prevede una detrazione fiscale del 36% delle spese sostenute per interventi di riqualificazione edilizia, manutenzione straordinaria e ordinaria il cui tetto massimo ammonta a 48mila euro per ciascuna unità immobiliare. Attenzione, però: per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2024, la detrazione Irpef è stata elevata al 50% con un tetto massimo di spesa complessivo di 96mila euro da suddividere in 10 rate annuali di pari importo. Si potrà richiedere entro il 31 dicembre 2022.

Il Decreto Rilancio (art. 121 del decreto legge n. 34/2020) ha previsto due alternative alla detrazione fiscale in sede di denuncia dei redditi: la cessione del credito d’imposta (a banche, intermediari finanziari ed altri soggetti) e lo sconto in fattura (importo anticipato dai fornitori e, successivamente, da questi recuperato in forma di credito d’imposta).

Il Bonus Ristrutturazioni Edilizie ha subito cambiamenti con il Decreto Antifrode a seguito della maxi frode allo Stato da 440 milioni di euro: sono stati intascati indebitamente bonus per edifici inesistenti o per lavori non rientranti tra le categorie elencate sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Le modifiche apportate dal Decreto Antifrode

Per contrastare le frodi, dal 7 febbraio 2022 le agevolazioni casa con cessione del credito e sconto in fattura hanno subito modifiche significative.

Con il Decreto Antifrode, in vigore dal 12 novembre 2021, l’Agenzia delle Entrate effettuerà un maggiore controllo sul sistema di accesso del Bonus ristrutturazioni, facciate, Ecobonus, Superbonus. Oltre all’obbligo di presentare il visto di conformità e l’asseverazione tecnica della congruità dei costi, è stato introdotto il divieto di cessioni multiple. In pratica, il credito d’imposta potrà essere ceduto soltanto una volta per consentire un maggior controllo sulle operazioni, fatti salvi i crediti trasferiti prima del 7 febbraio.

Ricordiamo che sono ammessi al bonus lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria, restauro, ristrutturazione e risanamento, ristrutturazione sulle parti comuni del condominio tra cui abbattimento delle barriere architettoniche, installazione di sistemi di sicurezza, rinnovamento degli impianti elettrici o di condizionamento. Si possono detrarre anche i materiali e le prestazioni professionali (perizie, sopralluogo, ecc.).

A chi rivolgersi

Considerando il maggiore controllo effettuato dall’Agenzia delle Entrate riguardo agli interventi di ristrutturazione ed il divieto delle cessioni del credito multiple, oggi più che mai è fondamentale affidarsi a fornitori edili seri, scrupolosi, professionali e trasparenti, oltre che competenti in materia ed in grado di concedere lo sconto immediato in fattura.

In linea generale, oltre alla riqualificazione degli edifici in termini di ecocompatibilità, è importante personalizzare i lavori in base alle proprie esigenze.

Realtà come Interni d’Elite garantiscono tutto questo, dallo sconto immediato in fattura del 50% delle spese sostenute (ammesse al Bonus Ristrutturazioni Edili) alla trasparenza ed al rispetto del Decreto Antifrode.

Affidarsi a Interni d’Elite conviene perché:

  • si occuperà direttamente della pratica e di tutti gli adempimenti burocratici, dalla A alla Z, quindi non avrai bisogno di rivolgerti ad altri consulenti;
  • opera con estrema trasparenza mettendoti a disposizione consulenti pronti a chiarirti qualsiasi dubbio riguardo al Bonus Ristrutturazioni, alle norme che lo disciplinano, a come funziona lo sconto in fattura;
  • è una società professionale ed onesta: non rischierai uno sconto fittizio. Lo sconto in fattura verrà applicato ai prezzi di mercato;
  • potrai ristrutturare casa avendo al tuo fianco un unico interlocutore, un solo consulente incaricato di assisterti per l’acquisto dei prodotti necessari (ceramiche, illuminazione, porte, finestre, sanitari, rubinetterie, ecc.) con la possibilità di personalizzare i lavori su misura per la tua casa.

Per maggiori informazioni:

Potrebbe anche interessarti