Prezzi benzina, il 64% sono tasse: paghiamo ancora la guerra in Etiopia del 1935

Aumento BenzinaNon accennano a diminuire i prezzi dei carburanti. Benzina e diesel in pochi giorni hanno non solo superato la soglia psicologica dei due euro a litro, ma si sono stabilizzate a livelli impensabili fino a poche settimane fa: nella maggior parte dei distributori un litro di carburante costa almeno 2,20 – 2,30 euro. Prezzi molto alti anche per il metano ed il gpl.

Ad incidere in maniera determinante sui costi per l’utente vi sono le accise, ossia le tasse imposte dallo Stato, confermate in una nota del Ministero della Transizione ecologica dello scorso 28 febbraio. Non dimentichiamo, infatti, che l’Italia è da sempre la nazione dove i carburanti costano di più rispetto agli altri Paesi, a causa della pressione fiscale. Sono 19 le accise che attualmente pesano sui prezzi di benzina, diesel, gpl e metano a cui va aggiunta l’Iva del 22%; il prezzo totale dei carburanti è così composto per il 64% da tasse. Di seguito l’elenco delle accise.

Prezzi benzina, diesel, gpl e metano: le 19 accise

1) finanziamento per la guerra d’Etiopia (1935 – 1936) – 0,000981 euro;
2) finanziamento della crisi di Suez (1953) – 0,00723 euro;
3) ricostruzione post disastro del Vajont (1963) – 0,00516 euro;
4) ricostruzione post alluvione di Firenze (1966) – 0,00516 euro;
5) ricostruzione post terremoto del Belice (1968) – 0,00516 euro;
6) ricostruzione post terremoto del Friuli (1976) – 0,00511 euro;
7) ricostruzione post terremoto dell’Irpinia (1980) – 0,0387 euro;
8) finanziamento missione Onu in Libano (1982 – 1983) – 0,106 euro;
9) finanziamento missione ONU in Bosnia (1996) – 0,0114 euro;
10) rinnovo contratto autoferrotranvieri (2004) – 0,020 euro;
11) acquisto autobus ecologici (2005) – 0,005 euro;
12) ricostruzione post terremoto de L’Aquila (2009) – 0,0051 euro;
13) finanziamento alla cultura (2011) – 0,0071;
14) finanziamento crisi migratoria libica (2011) – 0,040 euro;
15) ricostruzione post alluvione Toscana e Liguria (2011) – 0,0089 euro;
16) finanziamento decreto “Salva Italia” (2011) – 0,082 euro;
17) ricostruzione post terremoto dell’Emilia (2012) – 0,024 euro;
18) finanziamento del “Bonus gestori” (2014) – 0,005 euro;
19) finanziamento del “Decreto fare” (2014) – 0,0024.

Potrebbe anche interessarti