Campania prima in Italia per offerte di lavoro, più annunci a Napoli: le figure richieste

infojobs campania lavoro napoli
Su Infojobs cresce il numero di offerte di lavoro in Campania

Stando ai dati rilevati su Infojobs, piattaforma leader in Italia per la ricerca di un’occupazione online, la Campania spicca per la maggior crescita di offerte di lavoro pubblicate, con la città di Napoli in testa per numero di annunci.

Infojobs, Campania prima per crescita delle offerte di lavoro: Napoli in testa

Secondo i dati dell’Osservatorio sul Mercato del Lavoro di Infojobs, nel primo semestre del 2022 sono oltre 233 mila gli annunci pubblicati in piattaforma dalle aziende, confermando la progressiva ripresa del settore già annunciata nel 2021.

Se a livello nazionale la situazione risulta stabile, la Campania si colloca tra le Regioni più virtuose d’Italia con oltre 5 mila offerte di lavoro pubblicate dalle aziende e una crescita, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, del +12,1%.

Un risultato sorprendente soprattutto per la città di Napoli dove si concentrano oltre la metà delle offerte (56%). Seguono Salerno e Caserta con rispettivamente il 18% e il 17%. Dati che fanno sperare la città partenopea, ormai da anni costretta a fare i conti con la carenza di lavoro e, in particolare, con proposte al limite dello sfruttamento.

Come riportato da Infojobs, nel 2022 le professioni maggiormente richieste in Campania sono state quelle afferenti al settore delle vendite (21,5%). Subito dopo si collocano le seguenti categorie: operai, produzione qualità (10,5%); informatica, IT e telecomunicazioni (7,4%); amministrazione, contabilità e segreteria (7,3%); commercio al dettaglio, GDO, retail (7%).

“Analizzando le offerte di lavoro pubblicate dalle aziende emerge una sostanziale coerenza rispetto a quanto descritto per le categorie professionali. La Campania presenta un importante territorio industriale con eccellenze del settore tessile, alimentare e meccanico. La logistica, inoltre, trova in questa area uno dei suoi poli di eccellenza di livello europeo, ovvero l’Interporto-CIS di Nola. La conferma di questo tessuto industriale vivace è sostenuta dalle professioni più richieste sul territorio, come ad esempio consulente di gestione aziendale al primo posto, addetto vendita al secondo e magazziniere al quinto” – si legge nella nota.


Potrebbe anche interessarti