Salvini denunciato per istigazione all’odio raziale: “Scatena reazioni razziste”

Matteo Salvini

Le provocazioni e i social: due mezzi di cui Matteo Salvini non può far a meno. Questo è il connubio che descrive il nuovo Ministro dell’Interno. Tuttavia dei cittadini trevigiani si sono stancati delle sue dichiarazioni e l’hanno denunciato. Frasi come “per gli immigrati clandestini è finita la pacchia, preparatevi a fare le valigie, in maniera educata e tranquilla, ma se ne devono andare” hanno spinto il gruppo di cittadini a denunciarlo alla procura di Treviso per istigazione all’odio raziale.

Matteo Salvini non sembra mai essere uscito dalla campagna elettorale e ha dimenticato che, da un paio di mesi, risulta essere in una posizione aggravata in quanto responsabile di una pubblica funzione. Nella denuncia si sottolinea come le dichiarazioni del ministro dell’Interno avrebbero prodotto nel web migliaia di “commenti xenofobi e razzisti”.

LEGGI ANCHE
La Lega Nord "invade" Napoli: nasce l'Accademia per giovani leghisti

Queste le parole dei firmatari della denuncia: “Le affermazioni del Ministro, singolarmente e complessivamente considerate hanno travalicato scientemente il limite del legittimo esercizio del diritto di manifestazione del pensiero previsto dall’art. 21 della Costituzione, e non sono pertanto tutelate dalla libertà d’espressione”.

Potrebbe anche interessarti