Silvio Berlusconi riscende in campo 25 anni dopo: “Salverò l’Italia dal M5S”

Silvio Berlusconi scende di nuovo in campo, 25 anni dopo la prima discesa in politica. Era il 1994 quando Berlusconi affermò che lui sarebbe stato l’uomo che avrebbe salvato l’Italia dal pericolo comunista; oggi invece il nemico è un altro, il Movimento 5 Stelle.

“Il Movimento 5 Stelle è una forza politica certamente moderna nell’uso degli strumenti di comunicazione, ma vecchissima nelle idee, nei contenuti, nelle proposte. Nei loro programmi e nei loro discorsi c’è il peggio del Novecento. Sono contro l’economia di mercato, contro le infrastrutture, contro la democrazia parlamentare. Sono contro lo stato di diritto, contro le nostre garanzie di giustizia e di libertà ed hanno addirittura trasformato da feroci giustizialisti – quali sono – la presunzione di innocenza che ci è garantita dalla Costituzione in presunzione di colpevolezza. Per questo credo che l’appello di allora sia drammaticamente attuale anche oggi“.

Nato il 29 settembre 1936, Berlusconi si prepara dunque a una nuova avventura politica, quella delle elezioni europee, alla veneranda età di 82 anni. Persa in maniera rovinosa la leadership del centrodestra, il suo scopo sarebbe quello di scalfire lo strapotere di Matteo Salvini e Lega Nord.

Nel frattempo, nella mutata scena politica italiana, gli scandali che hanno riguardato la persona di Berlusconi sembrano roba lontanissima. Quando tutto sembrava materiale ampiamente digerito, eccolo che riscende in campo proponendo la stessa ricetta di 25 anni fa, con qualche piccolo aggiustamento. Gli italiani gli crederanno, ancora una volta?

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più