De Magistris attacca Manfredi: “La Federico II è il maggior evasore di Napoli. Lui era Rettore”

de magistris manfrediL’Università Federico II sarebbe il maggior evasore della città di Napoli. Lo afferma Luigi de Magistris, che ne approfitta per dirigere un attacco contro l’attuale sindaco Gaetano Manfredi il quale fino al 10 gennaio 2020 è stato il rettore dell’ateneo. L’attacco dell’ex primo cittadino si inserisce in un filone più ampio, fatto di botta e risposta in merito alla situazione delle casse partenopee.

De Magistris attacca Manfredi

“Il maggior evasore di tasse di Napoli – ha scritto Luigi de Magistris sui social – è l’Università Federico II con un debito di ben 13,8 milioni di euro. Si, è proprio l’ateneo che è stato guidato fino a poco tempo fa dall’attuale Sindaco Gaetano Manfredi. Sono 285 enti privati e pubblici, per un debito totale di 154 milioni di euro e 93 persone fisiche per un debito di 16 milioni di euro relativo agli anni di imposta compresi tra il 2012 e il 2020. Spesso la città è stata tacciata di ignominia a causa dell’alto tasso di evasione dei tributi locali, sarebbe stato bene specificare chi sono gli evasori. Invece si è sempre preferito alimentare una narrazione fondata sullo stereotipo dei napoletani descritti come un popolo di “furbetti” in modo da tutelare i potenti ed addirittura istituzioni ed addossare le colpe ad un’intera comunità”.

Più volte Gaetano Manfredi ha citato la situazione disastrosa ereditata quale sindaco di Napoli, facendo riferimento più o meno esplicitamente alla precedente amministrazione, la quale ha guidato la città per un decennio, addossandole una parte importante del debito e del mal funzionamento della macchina comunale.

Potrebbe anche interessarti