I volontari di Sii Turista puliscono il Mojariello, ma vengono attaccati con pesanti accuse

Sii Turista Della Tua Città - pulizia MojarielloSe un’associazione composta da pochi ragazzi, senza santi in paradiso né nelle stanze dove vengono prese le decisioni, senza organizzazioni forti alle spalle, riesce a riunire diverse decine di persone (non ci sono tutte nella foto, mancano i “ritardatari”) la Domenica delle Palme, in una mattina dal cielo sereno e dalla temperatura perfetta per andare a passeggiare, per pulire le scale del Mojariello e le rampe Ottavio Morisani, vuol dire alla sua base ci sono un progetto bello e soprattutto credibilità. Sii Turista Della Tua Città la credibilità l’ha conquistata lungo quattro anni di lavoro per il riscatto della città di Napoli, mentre altre decine di associazioni che insistono sul territorio altro non sono che “roba” utile a spostare ben altri interessi, soprattutto economici e politici.

La cosa bella, tuttavia, è che questa mattina i volontari si sono trovati un paio di messaggi, inviati alla loro pagina Facebook, da parte di un uomo e una donna che li accusano di aver inscenato una farsa: “voi ieri al Mojariello non avete fatto un c**** perché non c’era nulla da pulire. Lo sapete voi e lo so anch’io che ero lì. Non vi sputtano in pubblico per ora, ma fatela finita”. Un messaggio che si scontra con realtà, dato che alle decine di persone che hanno partecipato all’evento fanno ancora male le braccia, usate per pulire e trasportare ben 73 sacchi (record) colmi di spazzatura, e i piedi. In fondo a questo articolo potete guardare foto e video a dimostrazione che si è lavorato, e parecchio, per ridare dignità a un luogo abbandonato al degrado e ai tossicodipendenti. Chi voglia può andare a parlare con le persone che abitano lungo le scale, può constatare con i racconti degli abitanti cosa c’era prima e cosa c’è adesso. Proprio alla luce di ciò, probabilmente, chi minaccia tale “sputtanamento” dovrebbe pensarci almeno due volte prima di esprimere in pubblico questo concetto diffamatorio. Qualche ora dopo le due persone in questione hanno rivelato che sarebbero state vittima di un tranello, indicando altresì un nome, tuttavia la questione rimane molto oscura e, tra l’altro, non si ha a disposizione alcuna prova di tale presunto raggiro, né si capisce come mai si siano lasciati convincere a scrivere quel messaggio in prima persona.

Queste sono, in merito, le dichiarazioni di Luca De Martino, presidente di Sii Turista Della Tua Città:

La Consapevolezza cresce nel cuore dei Napoletani, ciò che sembrava un Sogno oggi è sempre più realtà, in quanto ieri, domenica 20 Marzo, ci siamo resi conto che davvero questo è un Sogno condiviso, che la Rivoluzione Culturale Napoletana non è di Sii Turista, ma, ancor più bello, di tutti coloro che ce l’hanno nel loro cuore. Ieri la nostra è stata una Reale dimostrazione di forza, ho ventisette anni e non ricordo di una realtà associativa nata da soli 4 anni capace di portare al termine un miracolo, perché ieri è stato un miracolo reso possibile grazie a Donatella Bova, proprietaria di Macellegria a via Diocleziano, che ci ha donato 100€ per comprare il decespugliatore, Peppe Spritz con 30 € e altri 70 € presi dalla cassa di Sii Turista realizzata grazie all’evento dei Sotterranei Gotici!

Domenica è stata una dimostrazione di forza perché di persone se ne sono presentate quasi 100 in tutta la mattinata, unite e affiatate dalla volontà di trasformare l’Amore per Napoli in vera e propria Rivoluzione Culturale Napoletana. Mio nonno diceva che più si fa del bene nella vita e più si attira il male, ed è vero, ne ho avuto l’ennesima dimostrazione stamattina quando un paio di persone hanno fatto girare una notizia infondata: secondo questa falsa voce noi eravamo arrivati al Mojariello quando la pulizia era già avvenuta, quindi avevamo fatto finta di pulire, prendendoci il merito per non aver fatto nulla! Questo è il male gratuito di cui parlava mio nonno, che guarda caso era spazzino!

Un intervento del genere non eravamo mai riusciti a portarlo al termine. Stiamo crescendo e anche molto, lo si capisce dai volontari che arrivano da Pompei, Ercolano, Giugliano, Castellamare di Stabia, San Giorgio a Cremano, Ponticelli, ma ancora più importante è constatare che siamo sempre più numerosi. Ieri abbiamo portato al termine un miracolo, il direttivo nostro da solo avrebbe impiegato il quadruplo del tempo e forse ci sarebbe riuscito, tuttavia grazie alla presenza di Mario, Michele, Paolo, Francesca, Valentina, Lorenzo, Erika, Paola, Francesco , Medea, Rita, Lorena e tanti, tanti altri abbiamo portato al termine la Missione Mojariello. Questo fa capire che seminare un sogno avvicina realmente altri disposti a combattere al nostro fianco!

La gente del posto ci ha ospitato in casa per il pranzo ed eravamo una trentina, ci ha offerto durante la pulizia caffè, buste dell’ immondizia, bottiglie d’acqua e moltissimo affetto. Siamo nel sociale a modo nostro, con il cuore e con la pratica. Uniti sempre dall’idea che ESSERE NAPOLETANO È MERAVIGLIOSO!

Ieri, Domenica delle Palme, mentre tanti facevano lo struscio a Toledo, a Chiaia o a Caracciolo, diverse decine di…

Pubblicato da Francesco Pipitone su Lunedì 21 marzo 2016

 

Video/Foto di ieri :)Pulizia Mojariello 20 Marzo dalle 11:00 del Mattino sino le 15:00 per portare Luce e Amore in…

Pubblicato da Sii Turista Della Tua Città su Lunedì 21 marzo 2016

I volontari di Sii Turista della Tua Città puliscono le scalinate del Moiariello. Noi siamo dalla loro parte

Pubblicato da Francesco Emilio Borrelli su Domenica 20 marzo 2016

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più