Lettera agli sponsor di Giletti: “Offende e denigra il Sud. Vi boicottiamo”

massimo gilettiUna lettera per gli sponsor di Massimo Giletti. È l’iniziativa di Gennaro De Crescenzo, presidente del Movimento Neoborbonico, il quale ha deciso di inviare una email di protesta a quelle aziende che sponsorizzano il programma Non è l’Arena, in onda su La7.

Sotto accusa ancora una volta Massimo Giletti, già in passato pesantemente criticato per il racconto che faceva della città di Napoli, dove successivamente si recò per cercare di “far pace” con coloro che lo contestavano. Il conduttore, adesso, è destinato a finire nuovamente nell’occhio del ciclone: viene accusato di trascurare gli scandali milionari avvenuti al Nord, per concentrarsi invece sui fatti di cronaca del Sud che, in tal modo, verrebbe caricaturizzato e offeso a causa di una disparità di trattamento.

Di seguito il testo della lettera:

BASTA CON IL RACCONTO (SOLO) NEGATIVO E OFFENSIVO DEL SUD. IO HO SCRITTO AGLI SPONSOR DI GILETTI. Anche così, a volte, si possono vincere certe “battaglie”: io ho inviato una mail (3 secondi, 0 euro) per dire che non ne possiamo più del Sud raccontato prima in RAI poi a La7 da Massimo Giletti tra truffe, criminali o furbetti sempre e solo al Sud, senza mai entrare negli scandali (milionari) del Nord e contribuendo alla costruzione dell’immagine di un Sud che nessuno potrà mai salvare (la base “razzista” della nascita e della mancata risoluzione della questione meridionale da oltre 150 anni), senza mai un (vero) dibattito e con la complicità di qualche meridionale/figurante. Conosciamo ormai lo schema e possiamo dire BASTA anche con una semplice mail.

Gentili responsabili aziendali, apprezzo i vostri prodotti ma non riesco più ad associarli a qualcosa di positivo e informerò i miei amici della mia idea. La vostra azienda risulta tra gli inserzionisti della trasmissione “Non è l’arena” di Massimo Giletti. In questa trasmissione vengono sistematicamente offesi o caricaturizzati il Sud e i meridionali e il vostro marchio (anche senza la vostra volontà) è associato a questo tipo di scelta editoriale. Nessuno nega che esistano negatività, problemi e crimini nel Sud ma non si possono analizzare ed evidenziare solo negatività, problemi e crimini del Sud per giunta spesso senza alcuna controparte (vera). Per questo motivo vi comunico, con rammarico, che voi siete liberi di sponsorizzare qualsiasi trasmissione ma fino a quando il vostro marchio sarà associato a quella trasmissione io mi sentirò libero magari di scegliere prodotti diversi dai vostri.
Cortesi saluti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più