Istituto Don Orione: arrestato il sacerdote accusato di violenza sessuale su disabili

Istituto Don OrioneArrestato il sacerdote dell’Istituto Don Orione accusato di violenza sessuale su persone disabili: su delega della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli, la Squadra Mobile di Napoli ha dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip presso il Tribunale di Napoli, a carico di Roberto Gerolamo Filippini.

Roberto Gerolamo Filippini è il sacerdote della Congregazione di Don Orione all’epoca dei fatti contestati vicedirettore dell’Istituto Don Orione di Ercolano accusato di violenza sessuale.

Il sacerdote, infatti, dedito alla riabilitazione di persone disabili, fu all’epoca accusato perché gravemente indiziato di violenza sessuale continuata commessa abusando dello stato di inferiorità psichica della persona offesa, per la quale svolgeva la funzione di amministratore di sostegno.

Una notizia che cade giusto poco dopo un’altra grande notizia correlata. Papa Francesco, infatti, proprio pochi giorni fa ha abolito il “segreto pontificio” per i casi di abusi sessuali e abusi sui minori oltre ad aver reso più grave il reato di detenzione e diffusione di immagini pornografiche che coinvolgano persone fino all’età di 18 anni (prima il limite era di 14 anni). I due provvedimenti sono rispettivamente contenuti in altrettanti due documenti pontifici.

Per motivazioni simili a quelle di don Roberto Gerolamo Filippini, il mese scorso è stato arrestato don Michele Mottola, parroco di Trentola Ducenta. In quel caso le accuse erano di abusi su una ragazzina di soli 12 anni. Le indagini iniziarono grazie alle segnalazioni provenienti dalla stessa Diocesi di Aversa di cui il comune di Trentola Ducenta fa parte.

Potrebbe anche interessarti