Napoli, stop delle funicolari per mancanza di personale: sono tutti in malattia

Funicolare Centrale
Funicolare Centrale

Piove sul bagnato in casa Anm per il blocco delle funicolari. Stavolta, però, a causarlo non sono malfunzionamenti o ritardi, ma la mancanza di personale. Infatti, da sabato  l’azienda ha comunicato che il servizio, molto utilizzato da turisti e cittadini, è fermo perché mancano i capiservizio e i loro sostituti: un totale di quindici lavoratori, tutti in malattia, la cui mancanza crea problemi soprattutto nel turno pomeridiano.

I disagi, non solo per l’azienda ma anche per i cittadini, non sono passati inosservati (soprattutto perché la malattia è arrivata in blocco, a ridosso dello sciopero di venerdì), con Anm che ha annunciato di aver attivato i controlli fiscali da parte dell’Inps per fare chiarezza su questa improvvisa “epidemia” che ha colpito alcuni dei suoi dipendenti.

Nicola Pascale, amministratore unico di Anm, ha commentato in maniera dura l’episodio, in un’intervista concessa a Il Mattino: “Questo ulteriore disservizio delle funicolari non è una banale chiusura dell’attività. Qui ci troviamo di fronte a un’offesa per l’intera città. Non è mai accaduto. Se dovessimo scoprire un utilizzo scorretto della malattia da parte di qualche dipendente, agiremo sia sul piano disciplinare interno che sul fronte legale con denunce formali alla magistratura. Solo quando i medici avranno appurato la verità su questa epidemia che ha colpito i dipendenti delle funicolari potremo avere chiarezza e prendere le contromisure adeguate“.

Gli fanno eco le parole che arrivano dalla sede del Comune a Palazzo San Giacomo. “È assolutamente intollerabile quello che nelle ultime ore è accaduto con il ripetuto e ‘scientifico’ blocco delle funicolari. L’Amministrazione comunale non sopporterà oltremodo una situazione vergognosa che danneggia solo ed esclusivamente i cittadini e i turisti privati di strategici mezzi di trasporto“, hanno detto gli assessori Panini e Calabrese.

Abbiamo già chiesto all’ANM – hanno continuato – di individuare ogni azione per fronteggiare quella che, a nostro parere, travalica ogni forma di protesta o di rivendicazione. Così come assicuriamo che non resterà senza conseguenze quello che è accaduto sia ieri che oggi alle funicolari con ‘epidemie’ scatenatesi a ridosso di scioperi. L’Azienda deve trovare immediatamente i correttivi per assicurare le reperibilità del personale evitando i blocchi e nel contempo auspichiamo rigorosi controlli da parte di tutte le autorità competenti, dalla Magistratura alle forze dell’ordine e all’ASL“.

Potrebbe anche interessarti