Bimba nigeriana ha gravi ustioni dopo l’esplosione di una stufa: sarà operata al Cardarelli

L’ospedale Cardarelli di Napoli donerà una nuova vita alla piccola Blessing, bambina nigeriana rimasta gravemente ustionata. L’episodio risale al 2017. La piccola viene investita dall’esplosione di una stufa, per poi essere ricoverata in ospedale: Blessing lotta tra la vita e la morte, e finalmente si riprendere. Il suo corpo, però, specie il volto, riporta gravi ustioni e cicatrici.

Blessing, proprio a causa delle ustioni, non riesce a muovere correttamente le palpebre. La sua storia ha fatto il giro del web e dei maggiori organi di informazione, fino ad arrivare all’attenzione dei medici dell’ospedale Cardarelli. Eliana Pagnozzi, chirurgo plastico del nosocomio napoletano, dopo essersi consultata con il primario Roberto D’Alessio, ha deciso di operare la bambina.

Come si legge nella nota diramata dall’ospedale, lo scorso 21 gennaio è stata effettuata la prima “visita”, attraverso le fotografie delle ustioni riportate dalla bambina. Blessing sarà sottoposta a più interventi, da svolgere nell’arco di diversi mesi. “Al termine delle operazioni programmate – si legge nella nota – ci si potrà aspettare un miglioramento significativo delle condizioni attualmente presenti.
Bisogna considerare che stiamo parlando di esiti cicatriziali da ustione in una paziente pediatrica: purtroppo non esiste al mondo la possibilità di cancellare i segni di una patologia altamente devastante qual è l’ustione; è possibile con le dovute cure e con il tempo migliorarle considerevolmente. L’obiettivo è di ridare a Blessing il senso della possibilità di reinserirsi nel contesto del suo mondo scolastico e sociale“.

Potrebbe anche interessarti