Auguri a Giancarlo Esposito: l’attore hollywoodiano dal sangue napoletano

Giancarlo Esposito è un attore e regista statunitense particolarmente amato ed apprezzato in tutto il mondo. In particolare, Esposito è famoso per aver interpretato Gus Fring, antagonista principale nella celebre serie TV “Breaking Bad”, probabilmente la più seguita al mondo. Nonostante il lavoro ed il successo, però, come si evince dal nome Giancarlo ha origini napoletane.

Il padre, Giovanni Esposito, era un umile carpentiere napoletano che tirava avanti facendo lavori in tutta Italia. La madre, invece, Elizabeth Foster, era una nota cantante afro-americana originaria dell’Alabama. Come vennero in contatto due mondi tanto diversi? Come fece un operaio napoletano a conquistare una famosa straniera?

I due si conobbero alla Scala di Milano: Giovanni ci lavorava come tecnico, Elizabeth arrivò come cantante d’opera. In qualche modo il fascino napoletano conquistò la cantante. L’amore fra i due si trasformò in un matrimonio, da cui, il 26 aprile del 1958 nacque Giancarlo.

La famiglia visse per anni in Italia, ma, quando il piccolo aveva solo 6 anni, si trasferì a New York. Fu negli Stati Uniti che Giancarlo studiò e si innamorò del teatro e della recitazione. L’esordio sul grande schermo fu nel 1979 con “Running – Il vincitore”. Tutti ruoli minori in cui, però, Giancarlo si distinse per espressività e per quella voce profonda che lo caratterizzava.

Fu nel 2009 che il ruolo di narcotrafficante in “Breaking Bad” lo portò alla fama internazionale. L’ultimo lavoro di Giancarlo è stato il remake de “Il Libro della Giungla”, targato Walt Disney, dove l’attore ha prestato la voce al lupo Akela, padre adottivo del protagonista Mowgli.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più