La mamma di Noemi: “Non parla, siamo disperati. Abbiamo fatto un fioretto”

Noemi SantobonoA parlare è la mamma della bimba che, lo scorso 3 maggio è stata vittima insieme alla nonna, di un agguato camorristico in piazza nazionale a Napoli.

La bambina, in seguito ad un proiettile che le ha perforato i polmoni, ora versa ancora in condizioni critiche all’ospedale Santobono.

La signora Tania, tramite il suo difensore, l’avvocato Angelo Pisani, diffonde le sue ultime parole:«Mia figlia è ancora in rianimazione,  provo la più grande disperazione nel non vederla parlare, io e la mia famiglia ci stringeremo pertanto nel silenzio assoluto fino a quando Noemi non tornerà a respirare, non vogliamo essere maleducati ma, è un fioretto che abbiamo deciso di fare fino a quando questa speranza non diventi realtà».

Le parole di un genitore che soffre, che si affida quotidianamente a Dio e alle preghiere, una mamma e un papà che lottano questa dura battaglia insieme a lei, vicino al suo lettino.

La bambina che ha da poco compiuto 4 anni è stata circondata in questi giorni da tantissimo affetto da parte dei cittadini, tanti i bambini come lei che si sono recati fuori l’ospedale per lasciare un giocattolo, un  peluche, una letterina. Momenti di commozione anche durante una grande fiaccolata che ci è stata qualche giorno fa proprio all’esterno del nosocomio pediatrico.

Attendiamo un nuovo bollettino medico che dovrà essere diffuso a breve.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più