Video. Autobus del Genk bloccato a Napoli: traffico e auto in sosta vietata

La partita Napoli-Genk si prospettava come una delle più attese della champions. Per l’occasione era stato annunciato addirittura un ritorno di Marek Hamsik, che si recherà al San Paolo per sostenere la sua vecchia squadra. Ma sembra che questo incontro sia già cominciato con il piede sbagliato. Neanche il tempo di arrivare a Napoli, e l’autobus del Genk è stato bloccato dagli incivili.

Ad annunciarlo Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi, che ha pubblicato un video sulla sua Pagina Facebook. “Il trasferimento in autobus dei calciatori del Genk, squadra che sfiderà martedì sera il Napoli nell’ultima giornata dei gironi di Champions League, è stato una vera e propria via Crucis a causa dei fenomeni di inciviltà che, purtroppo, caratterizzano la nostra città.

Ci sono stati segnalati vari video che hanno mostrato le difficoltà del mezzo a spostarsi. Il primo, realizzato lungo corso Umberto, evidenziava l’autobus fermo nel traffico, generato dai mezzi in sosta vietata che restringono sensibilmente la carreggiata. Il secondo, invece, mostra il mezzo bloccato, nonostante l’accompagnamento delle forze dell’ordine, a causa di… un’auto in sosta vietata.

L’autobus del Genk, insomma, ha ricevuto un’accoglienza non proprio degna, a dir poco inaspettata. “Secondo chi ha inviato il video sui volti dei calciatori della squadra belga si leggeva tutta la sorpresa per il modo di fare dell’automobilista che ha lasciato l’automobile in quel modo“.

I cialtroni, come al solito, ci espongono a figuracce internazionali“, commenta ancora il consigliere Borrelli. “Le nostre peggiori abitudini lasciano stupefatto chi arriva da altri paesi. Non è normale lasciare l’auto in doppia fila e intralciare il traffico. Sia quando si blocca l’autobus di una squadra di calcio straniera sia quando si blocca l’automobile di un cittadino.

Francesco Emilio Borrelli conclude il suo post con la seguente affermazione: “Abbiamo ancora tanta strada da fare sotto il profilo della civiltà e dell’educazione“.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più