Coronavirus, a Napoli la spesa sospesa per aiutare chi ha bisogno

carrello spesa Coronavirus spesa sospesaNapoli– La Municipalità II lancia la spesa sospesa. Un gesto solidale per consentire alle persone più in difficoltà di mettere ogni giorno a tavola un pasto caldo. Sarà possibile effettuarlo attraverso la richiesta di una spesa a domicilio. Restare in casa è infatti fondamentale per combattere il Coronavirus.

Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come si previene.

Lodevole iniziativa della Municipalità II con il presidente Francesco Chirico. Un sostegno concreto ma anche un messaggio di speranza per tutti i napoletani. L’idea è piaciuta molto anche agli stessi commercianti che subito si sono messi a disposizione del progetto. In questo modo, è anche più facile ridurre la presenza di persone in strada ed eventuali assembramenti.

LEGGI ANCHE
De Luca: "Accelerare la lavorazione dei tamponi, il risultato serve entro 24 ore"

Insomma un gesto importante che contrasta quelle persone che approfittano della situazione attuale a causa del Coronavirus ed aumentano i prezzi, soprattutto di frutta e verdura.

Queste le parole di Francesco Chirico: “ Iniziativa della Municipalità 2 in soccorso di coloro che, a causa dell’emergenza sanitaria, si trovano in difficoltà economica. Si basa su due principi indissolubili: restare a casa ed aiutare gli altri.

“Dopo che hai ordinato la spesa a domicilio dal tuo commerciante di fiducia, puoi lasciargli un credito in favore della spesa sospesa. Dopo averlo fatto comunica della tua donazione al numero della Municipalità 2 – 0817950260/61/65. Il numero è attivo dalle ore 9 alle ore 12 dal lunedì al venerdì.

“La somma raccolta sarò utilizzata per donare la spesa a chiunque sia in difficoltà e necessiti di aiuto. Per avere la spesa donata chiama i Servizi Sociali della Municipalità ai numeri 0817950260/61/65 attivi dalle ore 9 alle ore 12 dal lunedì al venerdì, oppure rivolgiti ad associazioni del territorio. La Municipalità provvederà a contattare il negozio che ha credito disponibile per organizzare la consegna della spesa.”

Per conoscere tutti i commercianti che hanno aderito al progetto clicca qui.

LEGGI ANCHE
Coronavirus. Sospeso il corso per assistenti di volo: "Tornato perché non ci pagavano"

Potrebbe anche interessarti