Latitante arrestato a Napoli: è stato tradito da un incendio nel suo appartamento

Latitante incendioNapoli – Questa mattina a via Celano, nei pressi della stazione centrale di piazza Garibaldi, è stato trovato un uomo latitante da diverso tempo dopo un incendio nel suo appartamento.

Il soggetto di origine marocchina si trovava infatti in un appartamento a ridosso della stazione centrale quando è scoppiato un piccolo incendio che ha destato l’attenzione dei vigili del fuoco.

Nell’appartamento sono dunque giunti i pompieri che hanno prontamente spento le fiamme, sono poi arrivati i carabinieri che hanno identificato il latitante.

Sul 36enne pendeva una condanna a 3 anni e 13 giorni di reclusione per rapina e lesioni aggravate. Reati risalenti al lontano 2014.

Questa volta però non c’è stato scampo per l’uomo che latitava ormai da diverso tempo. L’incendio lo ha inchiodato e la polizia di Bolgoreto lo ha spedito direttamente al carcere di Poggioreale.

Intanto è stata denunciata anche la proprietaria dell’immobile per favoreggiamento all’immigrazione. Non si è ancora a conoscenza invece se la 63enne sapesse la condizione penale del suo inquilino.

Sono passate solo un paio di settimane da quando venne individuato un altro latitante. Il 29 maggio scorso infatti fu trovato nel suo armadio a dormire Ciro Imperatrice. Era uno degli esponenti di spicco del clan Cuccaro-Andolfi di Barra con una condanna di 2 anni sulle spalle.

Potrebbe anche interessarti