San Gregorio Armeno muore, presepisti disperati: De Luca non vuole incontrarli

Vincenzo De Luca non ha ancora incontrato ancora i bottegai di San Gregorio Armeno. Nonostante sia da settimane che gli artisti chiedono un incontro con il presidente della Regione Campania, quest’ultimo pare non volerne proprio sapere dandosi ad una latitanza francamente inspiegabile.

Gli artigiani del Presepe Napoletano non solo portano avanti una tradizione secolare ammirata in tutto il mondo, ma costituiscono un’attrazione che ogni anno porta migliaia di turisti non solo a Napoli, ma in tutta la Campania. Il loro valore non è quindi soltanto artistico culturale, ma anche economico poiché rappresentano uno dei perni intorno a cui ruotano tantissime altre attività del territorio.

I bottegai, duramente colpiti dall’emergenza coronavirus, vogliono esporre i loro problemi che non si sono esauriti con l’avvio della Fase 3. Via San Gregorio Armeno in questo periodo è completamente vuota, fatto allarmante anche se non siamo nelle prossimità del Natale: ci dovrebbero essere i turisti che scelgono Napoli e la Campania per le vacanze estive.

Sulla pagina Facebook gestita dagli artisti viene pubblicato praticamente ogni giorno un appello per De Luca, adesso definito l’uomo invisibile.

Potrebbe anche interessarti