Focolaio alla Pignasecca, Chirico smentisce: “Alla nostra ASL non risultano altri casi”

Focolaio Pignasecca

Napoli– Il Presidente della II Municipalità Francesco Chirico, smentisce categoricamente l’esistenza di un focolaio alla Pignasecca dopo le indiscrezioni su nuovi contagi nella zona.

Francesco Chirico sulla propria pagina pagina facebook ha dichiarato che i due recenti casi di Coronavirus nella Pignasecca, quartiere di Montecalvario, non destano preoccupazioni su un possibile focolaio.

Secondo il Presidente di Municipalità infatti il primo caso è quello della compagna di un dipendente del fruttivendolo della zona. Dopo il tampone risultato positivo a lei, anche lui è stato messo in quarantena obbligatoria.

Il secondo positivo invece sarebbe la copropietaria di un panificio. Anche in questo caso l’esito del test rapido prima e del tampone poi, hanno confermato il contagio da Covid-19. Il locale commerciale però, una volta appresa la notizia, ha chiuso autonomamente il panificio come conferma la stessa proprietaria su facebook in un commento in risposta a Francesco Chirico:

L’unica cosa che hai tralasciato è che la chiusura del negozio non è stato imposta da nessuno, noi per tutelare la nostra clientela e tutto il quartiere abbiamo deciso di chiudere.”

Inoltre Chirico ha sostenuto che dall’ASL non sono giunte notizie di ulteriori contagi e quindi la situazione è sotto controllo. Intanto altri commercianti della zona hanno deciso di chiudere ma solo in vista delle ferie dopo un periodo di lavoro davvero estenuante.

Queste le parole di Chirico sul proprio profilo:

Covid in Pignasecca. In questi giorni ho letto e sentito di un focolaio in Pignasecca. Non è assolutamente vero e vi spiego. È risultata positiva la compagna di un collaboratore del fruttivendolo. La compagna non il dipendente che è stato messo in quarantena dalla stessa azienda. Ciò accadeva più di 15 giorni fa.

Un altro caso raccontato è quello del panificio. La signora per sue ragioni in ospedale, è risultata positiva al test rapido ed al successivo tampone. Tutti i familiari e i dipendenti sono risultati negativi ai tamponi fatti domenica e sono in isolamento per i 14 giorni previsti dalla legge. Alla nostra ASL non risulta alcun altro caso sul territorio. Infine altri commercianti sono chiusi per ferie non essendosi fermati nemmeno durante il lockdown.”

Potrebbe anche interessarti